Ancora nessun commento

Omelia per l’ordinazione sacerdotale di don Andrea D’Oria, Piazzale della Basilica di Leuca, 5 settembre 2020.

Caro don Andrea,
la tua ordinazione sacerdotale è segnata della figura di Ezechiele, proposta nella prima lettura.
Nato probabilmente all’epoca della riforma religiosa del re Giosia, Ezechiele apparteneva a una
famiglia sacerdotale (cfr. 1Cr 24,16). Visse e operò in una situazione di crisi, presentandosi come
profeta che proclama con forza e autorità la parola del Signore. Il regno di Giuda, infatti, era una
terra contesa tra le due grandi potenze egiziana e babilonese per il controllo del corridoio siropalestinese. Tra i due contendenti ebbe la meglio la potenza babilonese. In mezzo ai deportati a
Babilonia, Ezechiele fu posto da Dio come sentinella per sostenere il popolo in una situazione di
crisi della fede e di debolezza della speranza. Ezechiele, infatti, in ebraico significa “Dio dà forza”.