Ancora nessun commento

Omelia nella Messa della Veglia di Pasqua, Cattedrale, Ugento 31 marzo 2018

Cari fratelli e sorelle,
questa non è una veglia come le altre, ma ѐ la madre di tutte le veglie. Celebriamo
all’avvenimento deciso, unico, insuperabile di tutta la storia dell’umanità. Il profeta Isaia lo aveva
preannunciato nel canto del servo di Iavhè: «Vedranno un fatto mai ad essi raccontato e
comprenderanno ciò che mai avevano udito» (Is 52,13). Molto tempo prima che l’avvenimento
accadesse, il profeta aveva annunciato la sua straordinaria unicità. La resurrezione di Gesù è
l’avvenimento unico, mai accaduto.