Ancora nessun commento

Omelia nella Messa della professione temporanea di Suor Orsola di Cristo Re, Monastero della Santissima Trinità delle Clarisse Cappuccine, Alessano 21 ottobre 2019

Cara Suor Orsola di Cristo Re,
Gesù propone anche a te, come al giovane ricco, la via della perfezione (cfr. Mt 19,16-22). Il rito
della professione temporanea manifesta questo tuo desiderio. Alla domanda che ti ho rivolto su
cosa intendi chiedere a Dio e alla Chiesa, tu hai risposto: «La misericordia del Signore, e la grazia di
servirlo più fedelmente nella fraternità dell’Ordine delle Clarisse Cappuccine»
1
. Ciò che desideri è
di servire fedelmente il Signore all’interno della comunità monastica. Dopo la mia esortazione
omiletica, invocherò su di te la benedizione del Signore perché, sull’esempio di S. Chiara, egli ti
sostenga nel desiderio di imitare Gesù Cristo, povero e crocifisso, seguendo i consigli evangelici.
Infine con le parole del rito, ti esorterò a camminare nella sequela di Cristo proponendoti come
imperativi questi quattro verbi: «Mira […]. Medita, contempla e brama di imitare» Cristo, tuo
sposo.