Ancora nessun commento

Omelia Diaconi – 26 dicembre 2013

Cari Biagio e Andrea,
dopo la celebrazione del Natale, la liturgia commemora i comites Christi, i “compagni di
Gesù” , coloro che gli hanno reso testimonianza con la vita e il martirio. Il primo tra di essi è santo
Stefano, ricordato il 26 dicembre, giorno successivo al Natale, perché considerato il protomartire.
Negli Atti degli Apostoli la narrazione della sua passione è modellata su quella di Cristo. San
Fulgenzio di Ruspe mette in evidenza il rapporto tra Cristo e santo Stefano con queste parole:
«Ieri abbiamo celebrato la nascita nel tempo del nostro Re eterno, oggi celebriamo la passione
trionfale del soldato. Ieri infatti il nostro Re, rivestito della nostra carne e uscendo dal seno della
Vergine, si è degnato di visitare il mondo; oggi il soldato uscendo dalla tenda del corpo, è entrato
trionfante nel cielo».