Il seminario diocesano è un ambiente di vita che facilita negli adolescenti un’interazione fra coetanei, caratterizzata da sentimenti di simpatia, fiducia, solidarietà, stima, confidenza e disponibilità a prestarsi un aiuto reciproco, a coltivare una certa affinità negli interessi e negli atteggiamenti, a convivere stando bene insieme agli altri. In fondo, l’amicizia si fonda su una scelta: «Tuo amico – soleva dire Søren Kierkegaard -è la persona che tu scegli; tuo prossimo è la persona che Dio ti dà».
Sotto questo profilo, è bello pensare al seminario diocesano come la casa e la scuola dell’amicizia. La parola casa suggerisce l’idea che il seminario aiuta a sperimentare di persona il valore del rapporto amicale.
Il termine scuola indica la necessità di imparare a vivere l’amicizia. Fare esperienza ed esercitarsi nel rapporto di amicizia è una delle esigenze fondamentali della vita di un adolescente e di un giovane. Il seminario, pertanto, è il contesto vitale nel quale si insegna, come afferma A. di Saint’Exupéry, a “creare legami” e ad “addomesticare l’altro”. Queste espressioni vogliono dire che il seminario si configura come un’opportunità per imparare a tessere rapporti non superficiali, a creare relazioni stabili e profonde, ad avere cura dell’altro, ad ascoltare le sue richieste, ad avere tempo e a interessarsi gratuitamente ai bisogni dell’amico. In tal modo, il seminario si qualifica non solo come luogo dove si sta insieme, e neppure soltanto come un determinato periodo della vita, ma soprattutto come un contesto educativo dove si impara a scoprire e a coltivare vere amicizie.
Vi sono, infatti, tutte le condizioni per praticare il sentimento e la prassi amicale. Innanzitutto la vita comune che è fatta di tempo nel quale vivere gran parte della giornata accanto a persone della stessa età, dove mettere in atto azioni comuni e vivere una comunanza di situazioni. In questo ambiente di vita, poi, è possibile intessere relazioni “corte” ossia rapporti interpersonali concreti e quotidiani in un clima educativo che invita al rispetto, all’ascolto e al dialogo fraterno. La comunanza di luogo e di tempo è caratterizzata dal vivere attività comuni. Fra tutte, le più significative sono la preghiera, il gioco, lo studio. Ad accrescere, infine, la conoscenza e i legami interpersonali vi è la comune ricerca vocazionale, fondata su cammini differenziati all’interno di uno stesso orientamento di vita.
Messaggio del Vescovo – Giornata del Seminario 2020.

EDUCATORI

Sac. Davide Russo
Rettore

Sac. Michele Ciardo
Vice-rettore

Sac. Marco Annesi
Padre spirituale

Sac. Andrea Carbone
Economo

COLLABORATORI

Sig.ra Rosaria Panico
Sig.ra Kryzia De Gaetani
Personale ausiliario

Prof.ssa Dolores Giannuzzi
Prof.ssa Valeria Piccinni
Prof.ssa Maria Rosaria Lupo
Prof.ssa Annamaria Torsello
Prof. Enzo De Nizza
Professori

Dott. Vito Chiffi
Consulenza psicologica

Prof.ssa Marilena De Pietro
Laboratorio culturale

Dott. Antonio D’Aprile
Laboratorio teatrale

Ass. “Mauro Carratta”
Prof.ssa Irene Maglie

Corso di pianoforte

SEMINARISTI DEL MINORE

Seconda Media
Mattia Pantaleo
Maria SS. Immacolata – Montesano

Terza Media
Giuseppe Capece
S. Sofia – Corsano
Luigi Cavalera
S. Francesco d’Assisi – Ruffano

Primo superiore
Riccardo Preite
SS. Apostoli – Taurisano

Terzo Superiore
Francesco Cavalera
S. Francesco d’Assisi – Ruffano

Quarto Superiore
Francesco Saracino
S. Francesco d’Assisi – Ruffano

Quinto Superiore
Giuseppe Urso
Trasfigurazione – Taurisano
Vincenzo Pio De Solda
S. Vincenzo – Arigliano

SEMINARISTI DEL MAGGIORE

Pontificio Seminario Regionale Pugliese “Pio XI” – Molfetta

Primo anno
Tobia Penna
S. Michele Arc. – Patù

Secondo Anno
Emanuele Preite
S. Giovanni Bosco – Ugento

Terzo Anno
Lorenzo De Vita
Sant’Ippazio – Tiggiano
Michele Orsi
Sant’Ippazio – Tiggiano

Quarto Anno
Carmine De Marco
S. Antonio – Tricase

Sesto Anno
Giacomo Bramato
S. Antonio – Tricase
Emanuele Nesca
S. Eufemia – Tricase

Pontificio Seminario Romano Maggiore – Roma

Quarto Anno
Marco Carluccio
Maria SS. Assunta in Cielo – Cattedrale – Ugento

Sesto Anno
Matteo De Marco
Madonna delle Grazie – Tricase
Alessandro Romano
S. Sofia – Corsano

Almo Collegio Capranica – Roma

Primo Anno
Gabriele Imperio
S. Carlo Borromeo – Presicce-Acquarica

Seminaristi ospiti in Diocesi

Terzo Anno
Augustin Rafaralahy
Dioc. Moramanga – Madagascar

Quinto Anno
Mathieu Fiandraniana
Dioc. Moramanga – Madagascar