Ancora nessun commento

Anno LXVI N.1 Gennaio-Giugno 2003

Queste parole, tratte dalla Seconda Lettera ai Corinzi, sono state il motivo
conduttore della «Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani», che oggi si
chiude. Esse illuminano la nostra meditazione in questa liturgia vespertina della
Festa della Conversione di san Paolo. L’Apostolo ci ricorda che portiamo il “tesoro” affidatoci da Cristo in vasi di creta. A tutti i cristiani, pertanto, è chiesto di
proseguire nel pellegrinaggio terreno senza lasciarsi sopraffare dalle difficoltà e
dalle afflizioni (cfr. Lumen gentium, 8), con la certezza di poter superare ogni ostacolo grazie all’aiuto e alla potenza che viene dall’Alto.
Con tale consapevolezza, sono lieto di pregare questa sera insieme a voi, amati
fratelli e sorelle delle Chiese e Comunità ecclesiali presenti a Roma, uniti
dall’unico Battesimo nel Signore Gesù Cristo. Vi saluto tutti con particolare cordialità.